“L’aquilone di Claudio” un film che fa riflettere sul senso della vita

"l'aquilone di Claudio" un film che fa riflettere sul senso della vita
"l'aquilone di Claudio" un film che fa riflettere sul senso della vita

L’aquilone di Claudio ” un film che fa riflettere sul senso della vita.

l’Atassia, argomento di base del film, è una di quelle malattie rare nella cui ricerca non si investe come si dovrebbe, perche’,  si dice , ci vogliono troppi soldi per “pochi casi”. Invece questa malattia degenerativa, coinvolge oramai migliaia di famiglie che brancolano nel buio senza sapere come affrontare la situazione.

Dario Salvatori, Stella Egitto, On. Sottosegretario al Ministero della Difesa Domenico Rossi
Dario Salvatori, Stella Egitto, On. Sottosegretario al Ministero della Difesa Domenico Rossi

Con questo film, interpretato in maniera magistrale da un cast di veri professionisti,  il regista Antonio Centomani,   con la collaborazione  di  Rai Cinema ,  AISA onlus  e con il sostegno della Regione Lazio, ha voluto sensibilizzare l’opinione pubblica ritenendo il Cinema un grande strumento di comunicazione sociale .  Il regista Centomani  trae spunto per il film,  proprio a seguito di un suo incontro avvenuto nel 2001 con dei ragazzi affetti da Atassia. L’Atassia è un disturbo consistente nella mancanza di coordinazione muscolare che rende difficoltoso eseguire i movimenti volontari. “In tutti questi anni …., dice Centomani, ho assistito al progressivo peggioramento della patologia in persone che erano completamente sane all’apparenza. Ho seguito come volontario la loro lotta  affinchè  si potesse portare all’attenzione mediatica questa patologia“.

Lo scopo che il regista si è prefissato fin dalla prima stesura della sceneggiatura è stato quello di raccontare e mettere in luce una realtà sconosciuta alla maggior parte delle persone: quella delle “malattie rare”.

Il film è una chiara e reale rappresentazione del disagio sociale vissuto dai familiari colpiti negli affetti più cari proprio da una malattia rara e delle ripercussioni che la stessa provoca in chi si prende cura del paziente. Una realtà molto forte che però è stata rappresentata in una dimensione ovattata con elementi quali il circo, l’aquilone, la clochard (interpretata  dalla bravissima Milena Vukotic), che, per quanto possibile, rendono la storia più dolce.

L’aquilone di Claudio” racconta la meravigliosa sensazione di libertà e spensieratezza che si prova facendo volare un aquilone  e al tempo stesso la fragilità della vita, rappresentata dal sottile filo che la sostiene.

L’anteprima cinematografico si è tenuta  il 4 aprile nella sala 1 del cinema Fiamma a Roma  gremita di spettatori,  attori, giornalisti, medici e  molti soggetti colpiti da Atassia.   Il cast eccezionale composto da Irene Ferri, Massimo Poggio, Fioretta Mari, Luigi Deliberti, Milena Vukotic, il giovane Federico Russo,  era tutto in prima fila ad accogliere gli abbracci e i complimenti del pubblico, sia per la sceneggiatura, sia per la regia, sia per la fotografia che per  l’interpretazione. Tra i volti noti erano presenti Dario Salvatori, Stella Egitto, On. Sottosegretario al Ministero della Difesa Domenico Rossi, la giornalista di RAI UNO Mariaelena Fabi.      La prima domanda del regista Centomani  al  presidente della AISAAssociazione Italiana per la lotta alle sindromi atassiche”  Carlo Rossetti, anche lui presente in prima fila, è stata “quanto tempo sei stato senza piangere durante il film?” ….  “molto poco”,  ha risposto,  ed è quello che avrebbero risposto tutti coloro che erano presenti, compresa la sottoscritta, che non è riuscita a trattenere le lacrime. Un film commovente , che a differenza dei soliti film dove si vive nella speranza della guarigione, qui la famiglia colpita vive la sensazione dell’ignoto , del brancolare nel buio, dove l’unica fonte di serenità gli viene data alla fine dalla rassegnazione.

Film impegnativo , che fa riflettere sul senso della vita . Un in bocca al lupo dalla redazione di COMEMAGAZINE,  per la prossima uscita in tutte le sale cinematografiche e soprattutto per il fine ultimo che è quello della raccolta fondi per la ricerca.

"l'aquilone di Claudio" un film che fa riflettere sul senso della vita
“l’aquilone di Claudio” un film che fa riflettere sul senso della vita

 

"l'aquilone di Claudio" un film che fa riflettere sul senso della vita
“l’aquilone di Claudio” un film che fa riflettere sul senso della vita

 

"L'aquilone di Claudio" un film che fa riflettere sul senso della vita
“L’aquilone di Claudio” un film che fa riflettere sul senso della vita

 

Carmen Iodice

Carmen Iodice

Avvocato Civilista Tributarista
Cassazionista
Docente in diritto di famiglia
Perfezionata in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali
Appassionata del web
Amministratrice e creatrice del magazine COME magazine.
carminaiodice@gmail.com
fax 06.23326813
Carmen Iodice
About Carmen Iodice 229 Articles
Avvocato Civilista Tributarista Cassazionista Docente in diritto di famiglia Perfezionata in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali Appassionata del web Amministratrice e creatrice del magazine COME magazine. carminaiodice@gmail.com fax 06.23326813

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*