Coronavirus: tra ipotesi e realtà

Coronavirus: tra ipotesi e realtà

L’allarme coronavirus ha messo un po’ sul chi va là la nostra nazione. Un allarmismo forse esagerato, ma che tuttavia sta avendo ripercussioni sia dal punto di vista sociale che da quello economico. Molte sono le persone andate al di là della realtà, ponendo l’attenzione mediatica su questo delicato argomento e ricamandoci intorno notizie fallaci o ipotesi di complotti.

Pur avendo lo Stato provato a indurre nei cittadini calma e razionalità, molte sono le zone in cui la situazione sta sfuggendo di mano. Basti pensare a città come Treviso, dove persone si lasciano abbindolare dalla vendita di kit miracolosi per l’individuazione del test, ma che in realtà sono una truffa. O ancora supermercati al sud Italia, dove solo da pochi giorni il Covid-19 ha iniziato a lasciar traccia, che sono stati letteralmente svaligiati in attesa “dell’Apocalisse”.

<

p style=”margin-top: 0px; margin-bottom: 0px; line-height: 21.600000381469727px; caret-color: #000000; color: #000000; font-family: -webkit-standard; font-size: 18px; font-style: normal; font-variant-caps: normal; font-weight: normal; letter-spacing: normal; orphans: auto; text-align: start; text-indent: 0px; text-transform: none; white-space: normal; widows: auto; word-spacing: 0px; -webkit-tap-highlight-color: rgba(26, 26, 26, 0.301961); -webkit-text-size-adjust: none; -webkit-text-stroke-width: 0px; text-decoration: none”>

Coronavirus: tra ipotesi e realtà
Coronavirus: tra ipotesi e realtà

Il web pullula di notizie piene di ansia e paura, miste poi a strane profezie tirate fuori dal cilindro, come fosse acqua fresca. Qualche giorno fa si parlava di romanzi profetici, o di cartoni animati che avevano pronosticato l’evento. Sui social addirittura qualcuno parla di cavalieri apocalittici e di fine del mondo.

Molti di questi hanno trasformato la preoccupazione di un contagio in un vero e proprio inizio della fine, senza prestare più di tanto attenzione ai dati elaborati dagli esperti e ai consigli dei medici per evitare il contatto/contagio del coronavirus.

Le notizie circolanti dunque ha no fomentato un po’ troppo la situazione, enfatizzando i punti sbagliati, e creando un allarmismo tale nelle persone che si stanno ben riguardando dall’uscire, e dunque dal condurre la propria vita come sempre.

<

p style=”margin-top: 0px; margin-bottom: 0px; line-height: 21.600000381469727px; caret-color: #000000; color: #000000; font-family: -webkit-standard; font-size: 18px; font-style: normal; font-variant-caps: normal; font-weight: normal; letter-spacing: normal; orphans: auto; text-align: start; text-indent: 0px; text-transform: none; white-space: normal; widows: auto; word-spacing: 0px; -webkit-tap-highlight-color: rgba(26, 26, 26, 0.301961); -webkit-text-size-adjust: none; -webkit-text-stroke-width: 0px; text-decoration: none”>

Coronavirus: tra ipotesi e realtà
Coronavirus: tra ipotesi e realtà

A rimetterci le penne da questo punto di vista, soprattutto l’economia, che sta subendo già uno smacco non indifferente al livello di esportazioni oltre i confini. È di poche ore fa addirittura la notizia che sono stati cancellati tutti i pellegrinaggi verso la città di Lourdes, proprio per evitare gli affollamenti di massa. Senza contare le cancellazioni di molte prenotazioni turistiche registratesi soprattutto nel napoletano in questi giorni.

Insomma, per quanto un minimo di preoccupazione possa essere consentito, in virtù di quanto stia a cadendo, in molti dimenticano che parliamo di un ceppo influenzale, leggermente più grave, ma che in buona percentuale dei casi si risolve come una comune influenza. Stante infatti ai dati dell’istituto superiore di sanità,ogni anno chi si ammala di influenza e subentrano complicanze, rischia di morire. Si contano quasi 8 mila decessi l’anno per la comune influenza. Siamo dunque ben lontani, per fortuna, da quello che è oggi il pericolo epidemico del coronavirus.

<

p style=”margin-top: 0px; margin-bottom: 0px; line-height: 21.600000381469727px; caret-color: #000000; color: #000000; font-family: -webkit-standard; font-size: 18px; font-style: normal; font-variant-caps: normal; font-weight: normal; letter-spacing: normal; orphans: auto; text-align: start; text-indent: 0px; text-transform: none; white-space: normal; widows: auto; word-spacing: 0px; -webkit-tap-highlight-color: rgba(26, 26, 26, 0.301961); -webkit-text-size-adjust: none; -webkit-text-stroke-width: 0px; text-decoration: none”>

Coronavirus: tra ipotesi e realtà
Coronavirus: tra ipotesi e realtà
Carmen Iodice

Carmen Iodice

Avvocato Civilista Tributarista
Cassazionista
Docente in diritto di famiglia
Perfezionata in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali
Appassionata del web
Amministratrice e creatrice del magazine COME magazine.
carminaiodice@gmail.com
fax 06.23326813
Carmen Iodice
About Carmen Iodice 170 Articles
Avvocato Civilista Tributarista Cassazionista Docente in diritto di famiglia Perfezionata in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali Appassionata del web Amministratrice e creatrice del magazine COME magazine. carminaiodice@gmail.com fax 06.23326813

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*