Kefir, la bevanda amica dell’intestino

Kefir, la bevanda amica dell’intestino

Molto simile allo yogurt, il kefir è una bevanda di origini caucasiche a base di latte fermentato, dal sapore leggermente acidulo. Esso deriva dalla fermentazione del latte con i granuli del kefir, costituiti da una simbiosi tra microrganismi, ossia batteri e lieviti. Con la fermentazione, il lattosio è idrolizzato dai microrganismi in acido lattico, quindi è adatto anche per gli intolleranti al lattosio.

Kefir, la bevanda amica dell’intestino
Kefir, la bevanda amica dell’intestino

Kefir: cosa contiene

Fosforo, calcio, acido folico, vitamine del gruppo B, vitamina K e amminoacidi: il kefir possiede al suo interno un alto contenuto di nutrienti fondamentali. Il consumo di questa bevanda è anche un valido aiuto per contrastare l’osteoporosi. Recenti studi hanno associato un consumo regolare di kefir ad una migliore digestione, ad un effetto antibatterico, alla riduzione del colesterolo e del glucosio nel sangue, ad un benefico effetto antipertensivo, antinfiammatorio, e a un’attività antiossidante e di contrasto all’insorgere di tumori. Il consiglio dei nutrizionisti è di assumere quotidianamente questo alimento in un quantitativo che oscilla dai 150 ai 250 grammi.

I benefici del kefir

Sono davvero tanti i benefici di questa bevanda sull’organismo. Il kefir, grazie alle sue colonie di batteri vivi, se consumato regolarmente può considerarsi un probiotico. Introdurre microrganismi benefici in quantità sufficienti aiuta a mantenere in equilibrio la flora intestinale. Grazie ad uno studio in vitro, è stato rilevato che il 25% dei microrganismi contenuti nel kefir sopravvive al pH acido dello stomaco e raggiunge il colon, che è la sede principale della nostra flora microbica intestinale. Se l’intestino è sano l’intero organismo si mantiene in salute. Assicurando un regolare funzionamento intestinale, infatti, i probiotici rafforzano il sistema immunitario, dato che la parte principale dell’attività protettiva dell’organismo ha luogo proprio nelle pareti dell’intestino.

Differenze del kefir rispetto allo yogurt

La presenza di batteri e lieviti insieme rendono differenti la consistenza, la fermentazione e le caratteristiche organolettiche del kefir rispetto allo yogurt. Mentre questo è latte vaccino fermentato, prodotto grazie a due batteri, il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus termophilus, nel kefir la fermentazione trasforma il lattosio in acido lattico e alcol (2%). Il sapore è fresco, leggermente acido e frizzante. Si sviluppa infatti anidride carbonica, che ne cambia anche la consistenza. Nello yogurt, invece, è presente acido lattico, ma non si trova né anidride carbonica né alcol.

Carmen Iodice

Carmen Iodice

Avvocato Civilista Tributarista
Cassazionista
Docente in diritto di famiglia
Perfezionata in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali
Appassionata del web
Amministratrice e creatrice del magazine COME magazine.
carminaiodice@gmail.com
fax 06.23326813
Carmen Iodice
About Carmen Iodice 221 Articles
Avvocato Civilista Tributarista Cassazionista Docente in diritto di famiglia Perfezionata in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali Appassionata del web Amministratrice e creatrice del magazine COME magazine. carminaiodice@gmail.com fax 06.23326813

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*